“Ma a me che me frega dei social media, alla mia azienda non servono”

Sappiamo già che non vi stiamo facendo scoprire l’acqua calda dicendovi per la centesima volta che la comunicazione, da ormai 10 anni, ha subito un cambiamento di direzione, virando (ormai) completamente verso e attraverso il digitale.

“E grazie ar ciecio, lo sapevamo già questo”. Lo pensavamo anche noi. E invece non è così, car* nostr*.

Il mondo è ancora pieno di imprenditori (e no, non sono tutti -ANTA) che non vogliono saperne di arrendersi al mondo del digitale, non capendo quanto un tale diniego possa avere riscontri tutt’altro che positivi, solo per loro.

“Ma alla mia azienda che importa?”. Oppure “Che ci devo fare io? Non mi serve”.
Beh. La sopravvivenza di Taffo Funeral Services, già noto nel mondo delle agenzie funebri, non dipendeva da In

stagram, eppure grazie al lavoro straordinario di una nuova agenzia di comunicazione e ai canali social la sua notorietà ha spiccato il volo, generando un incremento dei profitti mai sperimentato prima.

Ennnò.

Purtroppo, in un mondo in cui ormai i social sono vetrine di spam, di influencer e giovani ribelli, passa in secondo piano il fine di marketing e vendita che si cela tra feed, reels e stories. Ed è nostro compito (inizio che sembra paragonabile ad un discorso di camera di Senato) mostrarvi quanto importante sia utilizzare i social media per la vostra attività.

Perché? A che serve? Quando farlo? Chi deve farlo? Chi mi aiuta? A me non va di pensà a ‘ste cose, le fa miocugggino.

E ora vi diciamo bene bene perché state sbagliando.

Data la popolarità, oramai evidente, dei social media di ogni tipo, averne padronanza è importantissimo per un’infinità di motivi e (soprattutto) di vantaggi.
Ve ne diciamo quattro che già da soli bastano e avanzano.

1. Possibilità di vendita alle stelle

Essere on-line vuol dire in sostanza essere in contatto ogni giorno con un numero spropositato di potenziali clienti. Con una reputazione (o brand reputation) costruita a dovere online e un buon seguito, da raccontare tramite foto, video e un’immagine coordinata a regola d’arte (in gergo, brand awareness) la vostra azienda diventerà facilmente riconoscibile nella galassia di Internet.

Avendo (solo, o anche) una vetrina social ben strutturata da un content manager esperto e da un social media manager, la capacità di risonanza – e dunque di vendita – può crescere esponenzialmente. Perché?

Riflettiamoci. Aprendo un negozio ad esempio, in Via del Corso, la nostra clientela si circoscriverà alle persone che passano in Via del Corso.

La presenza sui social con contenuti creativi non solo amplia lo spettro di persone che “attraversano” il vostro brand, da una via ad un’intera nazione, ma permette di far conoscere l’azienda in un modo e con una puntualità tali da spingere le persone ad andare in Via del Corso.

2. Clienti facili da trovare…e da catturare!

Con un Marketing Funnel* efficace, catturare un follower per convertirlo in lead (probabile acquirente) è una tecnica che potenzialmente può aumentare di gran lunga le vostre vendite online e offline.
Una buona strategia consente di far sì che il maggior numero di persone approdino al momento finale dell’acquisto e, aspetto ancor più importante, il Funnel Marketing permette di intercettare solo i clienti veramente interessati.

Dopo aver pensato a questo, si può procedere con campagne pubblicitarie targetizzate orientate solo verso i clienti davvero intenzionati all’acquisto, sfruttando il nostro budget per far arrivare i contenuti giusti alle persone giuste.

È come sapere cosa vuole esattamente il vostro/vostra fidanzato/a per Natale, e regalarglielo. Un sogno.

3. Un traffico che nemmeno sul G.R.A.

Essere social permette di aumentare il traffico sul proprio sito aziendale spingendo sempre più persone a visitarlo ed acquistarvi.

L’obiettivo “traffico” rappresenta il più pretenzioso e funzionale degli obiettivi social, perché è il primo grande passo di una azienda che voglia mettersi in gioco, mostrandosi a più utenti possibili tramite campagne organiche (non a pagamento) e a pagamento.

Grazie a questo, l’azienda coinvolge nuovi potenziali clienti, accrescendo le possibilità di vendita, e soprattutto migliora la brand reputation.

4. Controllo di ogni dato a mò di FBI.

Oltre a tutto quello che già vi abbiamo detto, c’è da aggiungere un fattore incredibile: ciò che succede online può essere verificato, controllato e trasformato in dato.

Sapete cosa vuol dire?

Ogni strategia può essere corretta e ciascun cliente che visita la pagina web, o che lascia un like, viene monitorato. Ed è un bene, perché grazie ad interazioni, commenti, views e contatti, qualsiasi azione aiuta la SEO (l’utilizzo di parole chiave/keyword specifiche) e il vostro buon posizionamento tra i risultati di ricerca di Google (SERP).

Un vantaggio bonus: possiamo trovare dati sui competitor, i trend del momento, le news, gli analytics, le abitudini dei follower e quindi orari e giorni migliori per post, sponsorizzate e acquisti.

È come far entrare qualcuno nel vostro negozio sapendo già che cerca un vestito rosso a pois e voi avete uno stand solo di quel tipo di vestiti.

Se anche dopo tutte queste info clamorose non volete saperne, noi non possiamo costringervi di certo.
Vi abbiamo avvisato, e vi abbiamo raccontato come poter far crescere ancora la vostra azienda.
Ma se cambiate idea, scrivete all’agenzia di comunicazione di Latina più affiatata di sempre all’email info@metismarketing.net, chiedere non costa nulla amici.

Bacioni maccheroni dalla vostra SMM Claudia.